Per un certo numero di settimane prima del nuovo anno il mercato delle criptovalute ha sgretolato record su record per la gioia di tutti gli appassionati del settore.
Una diversa immagine è stata dipinta in gennaio con un ampio trend verso il basso a seguito di un picco alto fatto segnare il 7 gennaio quando la capacità totale del mercato ha raggiunto il livello record di 832 miliardi di dollari, da quel giorno i mercati sono scesi del 33% a circa 558 miliardi di dollari.

Il Bitcoin ha raggiunto il punto più basso la scorsa settimana ed oggi torna a quota 11.600 dollari nel corso dell’odierna sessione Asian Trading.

La situazione Altcoin è totalmente in rosso visto che ha fatto segnare un calo del 14%, per ora il Bitcoin è ancora il re delle criptovalute e le monete rivali seguono il suo andamento.
Secondo Livecoinwatch l’Ethereum ha perso circa l’8,3% nelle ultime ventiquattro ore, si tratta di un calo di circa 1.060 dollari da 1.190 dollari di un paio di giorni fa.
Le borse asiatiche stanno dominando il commercio, il Ripple è sceso dell’ 8,5% versando oltre il 60% del suo valore dal picco massimo di 3.8 dollari raggiunto il 5 gennaio.
Bitcoin Cash e Litecoin hanno fatto segnare una caduta media del 10%, questa correzione del mercato non ha ancora raggiunto i minimi della settimana scorsa.
Nei prossimi giorni potrebbero verificarsi molteplici cali verso il basso sui mercati quando i contratti CME scadranno.

Dr. Massimiliano Diamanti

Laureato in Economia e commercio presso la Luiss di Roma, master in Oranizzazione aziendale e tecniche di trading, appassionato di trading online, Forex trading e trading CFD.